webstats software Fork me on GitHub

Hey! Fork me on GitHub

@luca_ninjash:  
Non hanno bisogno di evadere le tasse, tanto prendono le mazzette in nero. https://t.co/BzFmUmAMu3


Archiviato in: Hardware

776  

0 like


Like it? Share it!



Ho avuto l'occasione di provare il nuovo processore di punta su socket LGA1151, l'i7 7700K e non ho perso l'occasione per fare un confronto con il suo predecessore, il buonissimo 6700K. Prima di iniziare il confronto, mi sembra doveroso introdurre (per quelli che non lo conoscessero) il sistema di evoluzione dei processori Intel: il PAO.
Il PAO è un modello di sviluppo introdotto da Intel applicato ai suoi microprocessori nel 2016. In pratica è la programmazione della produzione dei microprocessori, ogni ciclo di produzione comprende 3 fasi:
Process Si intende il processo produttivo che, seguendo la legge di Moore, ad ogni passo introduce una densità di transistor maggiore, ed un conseguente aumento di prestazioni e diminuzione dei consumi. Ogni nuovo processo produttivo è già di per sè un grande passo avanti e di solito non vengono introdotte novità o features
Architecture Ogni nuova architettura è basata sul nuovo processo produttivo e corrisponde ad una profonda modifica della struttura interna del processore; di solito con essa Intel aggiunge nuove caratteristiche e nuove istruzioni.
Optimization Il nome suggerisce che in questo nuovo step, non vengono introdotte novità nè si modifica l'architettura del processore. In questo passo, Intel introduce migliorie prestazionali (frequenze di lavoro più alte) e ottimizzazione dei consumi.

I "nuovi" processori Kaby Lake sono lo step Optimization del processo PAO, per questo è lecito aspettarsi delle migliori prestazioni ma percentualmente contenute, in quanto siamo di fronte solamente ad una ottimizzazione della precedente generazione e non ad una vera e propria rivoluzione, che avverrà con la nuova fase Process. Questa politica adottata da Intel mi lascia profondamente perplesso: a livello tecnico, come detto, ogni nuovo step introduce piccole migliorie. E' davvero necessario rilasciare ogni 7-8 mesi una "nuova generazione" di processori che migliora di poco la precedente? Non sarebbe meglio aspettare un intero anno e rilasciare una nuova generazione basata su un nuovo processo, nuova architettura e magari già ottimizzata? Perchè non credo che Intel debba davvero fare tutto questo un passo per volta. Purtroppo la mancanza di concorrenza permette ad Intel di portare sul mercato prodotti nuovi ma con prestazioni del tutto simili ai precedenti, farli pagare cari, fossilizando di fatto il mercato consumer delle CPU. Considerazione puramente personale, poi ognuno è libero di cambiare processore ogni 10 minuti; tuttavia consiglio la visione di questo video. Grazie ad un confronto tra le CPU top di gamma degli ultimi 10 anni, dimostra come negli ultimi 3-4 le differenze tra generazioni successive siano molto più ridotte rispetto al passato. Dov'é AMD quando serve??

Specifiche tecniche

7700K Kaby Lake 6700K Skylake
Core 4 4
Threads 8 8
Clock 4,20 GHz 4,00 GHz
Turbo boost 4,5 GHz 4,2 GHz
Processo produttivo 14nm+ 14nm
TDP 91 W 91 W
Grafica integrata Intel HD Graphics 630 Intel HD Graphics 530
Le specifiche confermano quanto anticipato nella spiegazione del nuovo modello di rilascio di Intel, frequenze di lavoro più alte, ma non di tanto e piccole migliorie, come la rinnovata GPU integrata. Il TDP è identico, così come il numero di core e di threads.

I test


Non faccio spesso benchmark e prove sui processori, un pò perchè non cambio spesso, un pò perchè le prestazioni assolute sono sicuramente diverse, ma nell'utilizzo normale non si notano molto; avere un 7700K o un 6950x farà la differenza in un benchmark ma se sto giocando, dubito di accorgermi di sostanziali miglioramenti, anche se le prestazioni del 6950x sono di molto più alte del nuovo nato di casa Intel. Questo per dirti che non vedrai prove di giochi e confronti prestazionali con i vari titoli del momento. Ritengo questo tipo di prova davvero inutile e poco interessante. Ho testato invece i processori in ambiti più pratici, con 7zip ad esempio, cinebench e misurato la potenza di calcolo pura con Linx e AIDA64. Come sempre indicherò dettagliatamente l'hardware utilizzato, le frequenze e i parametri di test, in modo da rendere le prove riproducibili da chiunque ed effettuare un confronto a pari condizioni.

Piattaforma di test

PC: DEM1
Dissipatore CPU NZXT Kraken X52 + 2x Corsair SP120 High Flow
Scheda Madre ASUS Z270I StriX Gaming
RAM 1 x 8GB Corsair Vengeance LED DDR4 2666MHz
SSD OCZ Vector 256GB
Alimentatore Corsair SF450
OS Windows 10 Pro 64 bit
Oltre a non ritenere interessanti i test con i videogiochi, l'altro motivo che mi impedisce di realizzare queste prove è la mancanza della scheda video, se non quella integrata, che per curiosità sicuramente proverò.

Misura prestazione pura con LinX...


Ho effettuato una prova con frequenze a default per entrambi i processori con LinX (scaricabile qui), per misurare la prestazione pura. LinX è un tester di stabilità per CPU basato sulla tecnologia Intel Linpack. La funzione principale di Linpack è quella di risolvere sistemi di equazioni lineari. Esso è concepito come un benchmark per testare le prestazioni di un sistema in GFlops (miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo). E' il più stressante programma di test CPU fino ad oggi ed è un ottimo strumento per determinare la stabilità della CPU. Lo stesso sistema di equazioni è risolto ripetutamente e se i risultati corrispondono reciprocamente la CPU è stabile, altrimenti l'instabilità è evidente, poiché il sistema di equazioni stesso non può produrre diversi risultati. Le caratteristiche principali includono: supporto per le CPU Intel e AMD, sia a 32 e 64-bit, il supporto Hyper Threading, la verifica degli errori in tempo reale e un interfaccia semplice ed intuitiva.
Ho impostato un problem size di 16.138 MB ed una memoria di 2.000 MiB (questo perchè tutti dovrebbero avere 2GB di RAM al giorno d'oggi) e ho effettuato 5 test per ogni processore. Il risultato indicato nel grafico è il dato medio.
Ecco come sono andati:


Nel grafico ho inserito anche i risultati di due processori che ho avuto in passato come riferimento. Senza particolari sorprese troviamo il 7700K davanti al 6700K, ma solo di un 3,5%. Per la cronaca i 5 test del 7700K sono stati praticamente identici, mentre il 6700K ha fatto registrare anche un punteggio di 118, quindi pari al nuovo modello Kaby Lake. Le temperature, nonostante il raffreddamento a liquido, se pur AIO, sono decisamente alte per entrambi: ho riscontrato 71 °C per Kaby Lake e 78 °C per la CPU Skylake.

...e con AIDA64


Prestazione clock-to-clock


Visto che tutti questi test mi sembrano davvero poco interessanti, ho voluto fare una prova un pò diversa dal solito. Ho confrontato i due processori ad armi pari (stessa frequenza di lavoro) ed i risultati, sono tutt'altro che scontati. Ho quindi abbassato il clock del 7700K a 4.00 GHz, frequenza stock del 6700K e ho effettuato test single core e multi core. Ecco cosa ho scoperto:
Il 6700K, a parità di clock è più veloce del 7700K in single core; questo non me lo aspettavo, visto che la nuova ottimizzazione, doveva proprio garantire una miglior resa per MHz, ma non è così. Lo conferma il test che ho effettuato al contrario, ossia overcloccando il 6700K a 4,5 GHz: il risultato è che alla frequenza del 7700K, il 6700K ha prestazioni identiche, con temperature più alte, ma identiche.

Ok il clock-to-clock ma un pò di overclock?


L'overclock è un aspetto molto importante per questi due processori, che hanno entrambi il moltiplicatore sbloccato. Purtroppo sono molto sfortunato al gioco e molto fortunato in amore, perchè non ho a disposizione due esemplari molto "dotati"; il 7700K ha un margine di overclock ridicolo: non riesco a stabilizzarlo a 4,8 GHz e spero di migliorare un poco con l'aggiornamento del BIOS, visto che la scheda madre che ho usato nella prova è davvero uscita da pochissimo. Rimane il fatto che il 6700K in mio possesso raggiunge tranquillamente i 4,8 GHz. Non avendo un 7700K all'altezza di un overclock consistente, per adesso rimando i test in overclock dei due processori.

Conclusioni


In poche parole, Intel poteva benissimo risparmiarsi la nuova generazione Kaby Lake e rilasciare una generazione di CPU davvero nuova, grazie al nuovo processo produttivo a 10nm. Come visto nelle prove, il margine tra Skylake e Kaby Lake è molto ridotto. Sicuramente chi ha già un 6700K non ha motivo di cambiare; se dovessi assemblare un PC oggi e volessi un processore solido e potente, sicuramente comprerei un 7700K, magari sperando che sia un pò meglio del mio esemplare in overclock, anche se approfondirò il discorso dopo aver aggiornato il BIOS della scheda madre.
L'i7 7700K e tutta la generazione Kaby Lake è figlia della mancanza di concorrenza e di generale stallo del mercato consumer dei PC; sperando che AMD batta un colpo, ravvivando il settore e costringendo Intel a ritornare ad innovare, non penso che leggerete molto presto nuove recensioni di processori come questa.



X
THE END

Archiviato in: Hardware

776  

0 like

Like it? Share it!






Commenta!

COMMODORE footer, or ♣COLNAGO footer?