GTX 780 Ti aria vs. GTX 780 Ti liquido overclock

http://luca.sh/dHnb9
08 Febbraio 2014

Nell'articolo precedente ti ho mostrato le capacità di overclock della GTX 780 Ti reference di Gainward raffreddata ad aria. L'esemplare di test si è rivelato discretamente buono e ho raggiunto i 1.300 MHz sul core senza troppi problemi. Questo risultato può essere ulteriormente migliorato? Certo! Queste schede, se raffreddate nel modo giusto, possono nascondere gradevoli sorprese a chi è alla ricerca del massimo prestazionale. Bisogna investire, e non poco, nell'acquisto di un waterblock per il raffreddamento a liquido e, soprattutto, bisogna smontare la ventola, la scocca originale e invalidare la garanzia. Se stai già pensando: "no, non lo farò mai!" beh, smetti pure di leggere :D questo genere di avventure non sono per te. Il mercato oggi offre un'ampia gamma di waterblock, ma principalmente ci sono due macro categorie: waterblock generici, ovvero quei modelli che vanno installati solo sulla GPU e lasciano scoperto tutto il resto del PCB della scheda e waterblock full cover, i quali coprono tutto il PCB e raffreddano anche le memorie. La differenza, oltre che nel prezzo sta nelle prestazioni. Spendere 500 per una scheda e comprare un waterblock generico (che costa molto meno del full cover) non ha senso, in quanto si rischia di rovinare le memorie che, senza ventola originale, non hanno di fatto nessun tipo di raffreddamento!
Ho scelto di acquistare, dopo molte ricerche su internet, il waterblock EK-FC780 GTX TI Nickel Acetal (qui unboxing, qui come installarlo sulla 780 Ti) al prezzo di circa 110,00 ; il prezzo è quello di listino, non ho trovato prezzi più bassi purtroppo. Il prodotto però è di eccellente fattura. E' realizzato molto bene e le prestazioni di raffreddamento dovrebbero essere all'altezza del prezzo. Può sembrare stupido spendere 100 e passa per "un pò di prestazioni in più", tranquillo non è solo per quello. Con un overclock sregolato e temperature di regime intorno agli 85 °C, la scheda non avrà una vita molto lunga. Se l'overclock viene fatto con la testa e le temperature sono basse, la spesa verrà ripagata e la scheda avrà una lunga vita; nel mio caso dovrei essere a posto per due generazioni di GPU :) Se non sei ancora convinto, di seguito potrai vedere i risultati raggiunti, sia a livello di prestazione guadagnata, sia per il consistente abbassamento di temperatura di regime.
Nel grafico sottostante, puoi vedere tutti i risultati raggiunti nei vari step del mio processo di overclock. Da sinistra, il grafico inizia con la scheda video a default e non overcloccata, fino ad arrivare al risultato finale: scheda overcloccata, BIOS modificato e raffreddamento a liquido.


Il nuovo record è di 1.350 MHz! Oltre il quale penso sia difficile andare senza overvoltare.
L'altro aspetto fondamentale è la temperatura. Non parliamo di qualche grado in meno, ma di decine di gradi in meno con il raffreddamento a liquido. Anche dopo varie sessioni di benchmark, la temperatura non è mai salita oltre i 37 °C. Il radiatore che raffredda l'acqua in uscita dalle due schede è tiepido e non riesce nemmeno a scaldarsi per intero, dissipa prima.


I risultati raggiunti, soprattutto quello relativo alla temperatura di regime, mi hanno soddisfatto molto. Posso dire di aver realizzato un ottimo comparto grafico, stabile e soprattutto conservativo per le GPU, grazie alle ridicole temperature di esercizio. Con il prossimo articolo si chiuderà il "reportage" della mia nuova build. Tanti test, tanta voglia di condividere le mie esperienze e i miei risultati raggiunti, mi fanno dimenticare che questi PC estremi vanno usati per quello che sono stati creati; ovvero l'Hardcore Gaming! Come al solito stavo dimenticando di farti vedere la prova dei miei risultati raggiunti! Eccolo lo screenshot con il picco di frequenza massima registrato: GPU-Z screenshot


X
THE END