webstats software
Fork me on GitHub

Hey! Fork me on GitHub


@luca_ninjash:  
https://t.co/UhRFbkXs8i


PREMESSA: sul web ci sono mille guide e portali dedicati all'anti phishing, che allargano il discorso anche agli spammer, agli spam bot e agli script di brutal forcing per recuperare password. Il mio discorso sarà incentrato solo ed esclusivamente sul phishing, una tecnica potente e facile da realizzare per chi ha un minimo di conoscenze informatiche, non costa quasi nulla ed in molti casi porta interessanti guadagni (illegali, ma pur sempre guadagni). Vi descriverò come funziona, chi può attuare questo sistema di frode, perchè e soprattutto come evitare di cadere in queste trappole; ritengo che basti un pò di attenzione e qualche minima nozione per rendere nullo un tentativo di phising. Ho realizzato una pagina fittizzia di Facebook, per mostrare a chi fosse interessato come funziona in pratica il phishing e per dimostrare che non ci vuole molto a realizzare un sito fake, sul quale invitare gli ignari utenti ad inserire le loro credenziali, inviandole così al malintenzionato di turno.

5.112   0   Continua



Prendo spunto dal fattaccio che ha avuto come protagonista il mio account email di yahoo, per spiegare a grandi linee, come analizzare l'header di una email. L'header contiene moltissime informazioni sul mandante della mail; ci permette di sapere se ha spedito tramite un client di posta (es. Thunderbird, Outlook, ecc...) o via web, che sistema operativo ha utilizzato per l'invio e anche il suo indirizzo IP. In questo articolo analizzerò l'header della mail che l'hacker entrato nella mia casella di posta, ha inviato a tutti i miei contatti, confrontandola con una mail qualsiasi che ho inviato in passato dal mio pc.

5.054   0   Continua



Ecco che il mio progetto comincia a prendere forma. Oggi ho pubblicato bit.gy alpha! bit.gy è un servizio di URL shortening, che in italiano suona più o meno come "accorciatore di URL". Vi spiego meglio di cosa si tratta. In sostanza crea il link ad una pagina web molto corto, che dirotta verso la pagina di origine. Saprete meglio di me che i siti di microblogging hanno un limite di caratteri per ogni post ed è quindi importante non srecare caratteri per massimizzare la resa di ogni singolo post. A questo serve bit.gy, a farvi risparmiare caratteri. L'utilizzo è semplicissimo, basta inserire l'indirizzo da accorciare nella homepage e in pochi istanti avrete il vostro link accorciato pronto per essere condiviso su Twitter o FriendFeed; in questo modo avrete guadagnato molti caratteri che potrete utilizzare per aggiungere ulteriori informazioni. In sostanza bit.gy limita l'invadenza di un URL che è sempre composto da numerosi caratteri.

2.605   0   Continua



DHCP Monitor è un semplice script che fa un report degli IP utilizzati all'interno di una rete privata. In questo articolo ho descritto il funzionamento e postato lo script bash, funzionante sia su Linux che su MAC OS X. Questo script batch invece funziona solo ed esclusivamente su Windows, con alcuni limiti: per adesso l'avvio e l'esecuzione devono essere effettuati manualmente e la formattazione dell'output non è delle migliori, in quanto i tag HTML vengono male interpretati dal linguaggio batch; vengono visti come operatori di input/output da file, una roba brutta insomma :D. Lo script come detto è scritto in batch e per funzionare richiede poche accortezze:

1.335   0   Continua



Originariamente era UKTVLinux; uno script in bash per Linux che permette di vedere le principali emittenti britanniche in streaming, utlizzando VLC, senza bisogno di proxy o altri trucchetti. Ho realizzato una versione per MAC OS X che funziona perfettamente, basta rispettare i pochi requisiti:

1.605   0   Continua



VMware Workstation 7 è un grande strumento di virtualizzazione; lo utilizzo da tempo e quindi so che ogni tanto, bisogna patchare il kernel linux per continuare a farlo funzionare. Nulla di difficile, basta trovare la patch giusta!. Lucid Lynx di default ha il kernel 2.6.32; andando ad installare VMware Workstation 7, al primo avvio, il programma chiede che il kernel venga patchato. A fine post trovate il pacchetto contenente la patch vera e propria e lo script .sh per eseguirla. Si installa in un attimo. Una volta installato il programma, scompattate l'archivio in una cartella a vostro piacimento. Assegnate i permessi di esecuzione allo script:


1.377   0   Continua



Come abbiamo visto in questo articolo, il journaling non fa molto bene ai dischi a stato solido; abbiamo visto come disabilitarlo da Ubuntu Lucid Lynx, questa volta vediamo come si disabilita il journaling da una partizione hfs+ sotto MAC OS X Snow Leopard. Si agisce anche qui da terminale, questa volta però l'operazione si può fare anche a sistema vivo e non da live CD (almeno a me non ha creato nessun problema). Aprire il terminale e digitare:

2.704   0   Continua



Rhythmbox rimane un ottimo player musicale per ubuntu, solido e ben mantenuto. Ci sono dei plugins interessanti che lo rendono ancora più utile e user friendly ma...a me non piace :D O meglio, preferisco un altro player, più snello, che richede meno risorse al sistema e che fa tutte le cose che fa Rhythmbox, senza quei fronzoli dell' Ubuntu One music store, Jamendo ecc ecc... sto parlando di Audacious. E' il clone libero di WinAmp per sistemi operativi *nix e non penso abbia bisogno di ulteriori presentazioni. A parte preferenze personali, aggiungo un dato di fatto: Audacious è molto più leggero di Rhythmbox; il primo richiede tra i 15-20 MB di ram e il secondo 60-70 MB di ram.

1.272   0   Continua



Dopo i precedenti articoli in cui parlo bene della nuova versione di Ubuntu, eccone uno, in cui ne parlo meno bene. Ho provato ad installare la versione Alternate 64 bit di Lucid Lynx su un raid 0 formato da due dischi SATA. Purtroppo non ci sono riuscito. Ho utilizzato lo stesso metodo di installazione descritto in questo articolo e preciso che, precedentemente a questa prova, c'era già Ubuntu (versione Jaunty) installato e funzionante sul medesimo raid. L'installazione di Lucid ha rilevato la presenza di dischi in configurazione raid 0, ho selezionato il raid su cui installare Lucid e formattato manualmente.

1.273   0   Continua



Ubuntu Lucid Lynx mi ha dato subito l'impressione di essere un OS scattante e performante. Amante delle statistiche quale sono, ho realizzato alcune comparazioni tra Lucid Lynx, Karmic Koala e Jaunty Jackalope. Tutte e tre le versioni sono Desktop edition nella versione a 64 bit. Il confronto che ho realizzato tocca alcuni punti chiave dei sistemi operativi. Ho analizzato il tempo di boot, l'utilizzo della CPU e della RAM e le temperature di esercizio dei componenti principali. Per fare ciò non ho utilizzato il solito "mostro" con 12 GB di ram, 8-core e con due schede grafiche in SLI, ma un più tranquillo e normalissimo Dell Inspiron 1545 con processore Intel Core 2 Duo, dotato però di SSD. Ecco il dettaglio delle specifiche:

1.289   0   Continua


COMMODORE footer, or ♣COLNAGO footer?