webstats software
Fork me on GitHub

Hey! Fork me on GitHub


@luca_ninjash:  
Non hanno bisogno di evadere le tasse, tanto prendono le mazzette in nero. https://t.co/BzFmUmAMu3


Non c'è ancora una spiegazione ufficiale che riguarda il doodle di oggi di Google, di solito, bastava cliccarci sopra per avere la risposta di che data si stava celebrando; questa volta però il logo di Google si smaterializza in palle di varie dimensioni e colore, sulle quali risulta impossibile cliccare, sempre che riusciate a "prenderle" visto che non appena il mouse si avvicina, il logo esplode e le palle "scappano" . Tutto questo per celebrare il compleanno di Google. La cosa che mi lascia meravigliato è come la ricerca della spiegazione del logo di Google, sia diventata un caso mondiale. Blog, Magazine, forum, tutti oggi si sono interrogati su cosa fosse e cosa volesse rappresentare questo logo e soprattutto il suo movimento. Nulla di esotico o misterioso, solo un compleanno.... Scrivo solo ora questo articolo per staccarmi e non cadere nel marasma di gente che ha postato (alla velocità della luce, devo dire) la notizia del cambio di logo di Google, non appena si è visto qualche palla saltargli sul muso.

1.220   0   Continua



Per chi fosse interessato ad acquistare subito il PS Jailbreak, sarà disponibile dal 27 agosto ma si può già pre-ordinare su Chipspain.com. Ecco il link all'articolo

2.094   0   Continua



Sembra che dopo tanti tentativi, seri o meno, anche la PlayStation 3 sia stata violata. Il jailbreaking è possibile tramite un dispositivo, chiamato PS-Jailbreak. Non è altro che una chiavetta USB, la quale permette di riprodurre le copie di BackUp dei nostri giochi, direttamente dall'harddisk o harddisk esterno (questo è da verificare in quanto la PS3 legge solo dischi in FAT32). Non bisogna installare custom firmware e non bisogna modificare la console a livello hardware. Una volta installato il programmino presente all'interno del PS-Jailbreak possiamo creare le copie di BackUp dei nostri giochi e riprodurle direttamente dalla console. Il dispositivo esiste e ha già un prezzo: 99$

1.741   0   Continua



Ho sviluppato un add-on per Firefox, che permette di accorciare l'URL che si sta visitando, tramite bit.gy. Questo add-on, aggiunge una semplice icona a forma di forbice, nella barra degli indirzzi del vostro browser; basta un click per accorciare l'URL che state visitando e automaticamente viene copiato nei vostri appunti, in modo da incollarlo ovunque vogliate in giro per il web.

1.488   0   Continua



PREMESSA: sul web ci sono mille guide e portali dedicati all'anti phishing, che allargano il discorso anche agli spammer, agli spam bot e agli script di brutal forcing per recuperare password. Il mio discorso sarà incentrato solo ed esclusivamente sul phishing, una tecnica potente e facile da realizzare per chi ha un minimo di conoscenze informatiche, non costa quasi nulla ed in molti casi porta interessanti guadagni (illegali, ma pur sempre guadagni). Vi descriverò come funziona, chi può attuare questo sistema di frode, perchè e soprattutto come evitare di cadere in queste trappole; ritengo che basti un pò di attenzione e qualche minima nozione per rendere nullo un tentativo di phising. Ho realizzato una pagina fittizzia di Facebook, per mostrare a chi fosse interessato come funziona in pratica il phishing e per dimostrare che non ci vuole molto a realizzare un sito fake, sul quale invitare gli ignari utenti ad inserire le loro credenziali, inviandole così al malintenzionato di turno.

5.532   0   Continua



Prendo spunto dal fattaccio che ha avuto come protagonista il mio account email di yahoo, per spiegare a grandi linee, come analizzare l'header di una email. L'header contiene moltissime informazioni sul mandante della mail; ci permette di sapere se ha spedito tramite un client di posta (es. Thunderbird, Outlook, ecc...) o via web, che sistema operativo ha utilizzato per l'invio e anche il suo indirizzo IP. In questo articolo analizzerò l'header della mail che l'hacker entrato nella mia casella di posta, ha inviato a tutti i miei contatti, confrontandola con una mail qualsiasi che ho inviato in passato dal mio pc.

5.265   0   Continua



Ecco che il mio progetto comincia a prendere forma. Oggi ho pubblicato bit.gy alpha! bit.gy è un servizio di URL shortening, che in italiano suona più o meno come "accorciatore di URL". Vi spiego meglio di cosa si tratta. In sostanza crea il link ad una pagina web molto corto, che dirotta verso la pagina di origine. Saprete meglio di me che i siti di microblogging hanno un limite di caratteri per ogni post ed è quindi importante non srecare caratteri per massimizzare la resa di ogni singolo post. A questo serve bit.gy, a farvi risparmiare caratteri. L'utilizzo è semplicissimo, basta inserire l'indirizzo da accorciare nella homepage e in pochi istanti avrete il vostro link accorciato pronto per essere condiviso su Twitter o FriendFeed; in questo modo avrete guadagnato molti caratteri che potrete utilizzare per aggiungere ulteriori informazioni. In sostanza bit.gy limita l'invadenza di un URL che è sempre composto da numerosi caratteri.

2.760   0   Continua



DHCP Monitor è un semplice script che fa un report degli IP utilizzati all'interno di una rete privata. In questo articolo ho descritto il funzionamento e postato lo script bash, funzionante sia su Linux che su MAC OS X. Questo script batch invece funziona solo ed esclusivamente su Windows, con alcuni limiti: per adesso l'avvio e l'esecuzione devono essere effettuati manualmente e la formattazione dell'output non è delle migliori, in quanto i tag HTML vengono male interpretati dal linguaggio batch; vengono visti come operatori di input/output da file, una roba brutta insomma :D. Lo script come detto è scritto in batch e per funzionare richiede poche accortezze:

1.412   0   Continua



Originariamente era UKTVLinux; uno script in bash per Linux che permette di vedere le principali emittenti britanniche in streaming, utlizzando VLC, senza bisogno di proxy o altri trucchetti. Ho realizzato una versione per MAC OS X che funziona perfettamente, basta rispettare i pochi requisiti:

1.680   0   Continua



VMware Workstation 7 è un grande strumento di virtualizzazione; lo utilizzo da tempo e quindi so che ogni tanto, bisogna patchare il kernel linux per continuare a farlo funzionare. Nulla di difficile, basta trovare la patch giusta!. Lucid Lynx di default ha il kernel 2.6.32; andando ad installare VMware Workstation 7, al primo avvio, il programma chiede che il kernel venga patchato. A fine post trovate il pacchetto contenente la patch vera e propria e lo script .sh per eseguirla. Si installa in un attimo. Una volta installato il programma, scompattate l'archivio in una cartella a vostro piacimento. Assegnate i permessi di esecuzione allo script:


1.457   0   Continua


COMMODORE footer, or ♣COLNAGO footer?