Ciao, sono Luca

Elettronico prestato all'informatica. Sviluppo soluzioni smart HVACR.

Servizi Cloud, quale scegliere? (Dropbox, Google Drive, Box, Mega, UbuntuOne)

Ultimamente i servizi cloud crescono come funghi ed effettivamente, a suon di promozioni, spazi in continua espansione (anche gratuitamente) hanno cambiato quelle che fino a poco tempo fa erano le mie abitudini; essendo utente Debian e derivate uso da sempre il servizio UbuntuOne, ottimo servizio che non mi ha mai creato problemi e che, con i suoi 5GB, 2-3 anni fa era uno dei più generosi. Oggi le cose sono cambiate: ormai tutte le grandi compagnie offrono un servizio cloud e spazio a volontà. Ho sentito il bisogno di fare questo articolo quando, quest'estate, con l'acquisto del Galaxy Note II, mi hanno regalato 50GB (cinquanta giga!) di spazio su Dropbox per due anni, poi è arrivato MEGA, che invece i 50GB te li lascia per sempre. Pallone. I 5 GB garantiti da UbuntuOne cominciano ad essere pochini; se poi c'è chi ne regala 50...Sempre diffidente verso chi "regala" ho deciso di provarli tutti per un certo periodo e quelle che leggerai nelle seguenti righe sono le mie valutazioni, fatte ovviamente sulla base delle mie esigenze: backup automatico di foto e video, meglio se a grandezza originale, tanto spazio e magari espandibile. Sono estremamente pignolo, quindi ti anticipo che nessuno dei servizi Cloud che ho provato mi soddisfa al 100%, forse al 95. Pronto a volare tra le nuvole?


Grand Theft Auto V: giÓ disponibile, ma io aspetto la versione PC

Domani (17 settembre) doveva essere il grande giorno, ma il gioco più atteso dell'anno ha scardinato il day one e le grandi catene di distribuzione lo hanno già messo in vendita. GTA V è un titolo che attendo da parecchio tempo; ho giocato a questa serie sin dal primo episodio e l'ironia che la contraddistingue non si è affievolita negli anni, anzi. Grazie al progresso tecnologico, il gioco è cresciuto, arrivando ad un livello tale di immersione, che per me non ha paragoni. Sempre mio al day one, GTA rappresenta un monte ore importante nella mia "carriera" videoludica; questa volta però passo. La mia speranza è quella di avere la possibilità di godermi questo titolo al meglio, ovvero su PC; se dovessi rimanere vittima di "razzismo da piattaforma" che vede contrapporsi il mercato console (bianchi) al mercato PC (neri) penso che perderei del tutto la passione che fino ad oggi mi ha spinto a smontare il PC di papà, rompere il PC di papà, riparare al danno fatto al PC di papà, studiare elettronica, studiare informatica, aprire siti, sperimentare ecc ecc... semplicemente perchè non si parla delle piattaforme, di cosa è meglio o di cosa è peggio, si parla del mercato delle piattaforme e di quale fa guadagnare maggiormente.


Questa volta non mi serve lo streaming per il Gran Premio di Monza

No, non è merito della RAI. Anche se questa volta, almeno per il Gran Premio di Italia, la copertura televisiva è più che dignitosa. E ci mancherebbe anche! Dopo 6 mesi a rincorrere i GP tra dirette e differite, finalmente riuscirò a godermi il Gran Premio di Monza in maniera molto speciale; infatti sarò a Monza per tutto il week end di gara! Non vedo l'ora, anche perchè la programmazione è veramente ricca. Purtroppo perderò la pit walk di giovedì alle 16.00 , ma d'altronde con il mio barbonissimo biglietto, è già tanto se mi fanno sedere sul prato :D. Si parte con la prima sessione di prove libere Formula 1 dalle 10.00 di venerdì e si termina alla grandissima con la gara di Formula 1 alle 14.00 di domenica. Nel mezzo ci sono numerosi appuntamenti che riguardano anche altre categorie automobilistiche, nello specifico: GP2, GP3 e Porsche Cup. Ecco tutti gli appuntamenti riassunti in tabella


Samsung Galaxy Note II Google Edition

Doverosa premessa: il Samsung Galaxy Note II è un dispositivo fantastico anche appena tirato fuori dalla scatola; ottima dotazione per quanto riguarda le applicazioni di serie, a livello hardware non penso ci sia qualcosa da dire perchè è tutto di primissimo livello e la fluidità è garantita, ma (e io ho sempre un ma nella manica :D) per chi come me arriva da un certo "Galaxy Nexus" alcune perplessità emergono. Una su tutte la mancanza della "pure Google experience", sostituita dall'interfaccia TouchWiz e dalle applicazioni di sistema (galleria, email, fotocamera, contatti ecc ecc...) personalizzate da Samsung. Questo per me è un aspetto negativo ed è una considerazione del tutto personale. Non mi piace che Samsung inserisca così tanti fronzoli all'interno delle loro applicazioni i quali un pò sporcano la bellissima e pulitissima interfaccia Holo di Android in versione stock distribuita sui modelli Nexus. Fortunatamente sembra che io non sia l'unico a pensarla così, tant'è che la stessa Google ha rilasciato delle versioni speciali di alcuni modelli tra i più apprezzati dal pubblico, chiamate Google Edition


Linux Mint 14 e nVidia SLI

Cambia il sistema operativo, cambiano le schede video, ma sempre di problemi parliamo: utilizzare una configurazione di schede video nVidia in SLI su un sistema operativo Linux, è possibile? Sì. E se parliamo di una scheda appena rilasciata come la GTX Titan? La risposta è sempre sì. In passato, ho affrontato un problema simile con Debian e due nVidia GTX 275, con Ubuntu mi hanno dato parecchi problemi e non sono mai riuscito a farle andare; con Debian invece, dopo alcuni passaggi, sono riuscito ad installare i driver e ad avere (finalmente) il fullHD. Puoi leggere la procedura d'installazione qui. Per evitare incomprensioni, elencherò qui sotto le versioni dei driver, schede video e sistema operativo utilizzato in questa prova; inutile dirti che la procedura ha funzionato al 100%, sia su Debian che su Linux Mint; cambia solo una cosa, che dopo vedrai.


GTX Titan overclock

L'overclock è una pratica che mi affascina da sempre. Ogni volta però, vengo frenato dalla componente di rischio; aspetto sempre da considerare, soprattutto nei casi in cui si esegue un'alterazione delle frequenze o dei voltaggi di lavoro di un apparecchio. Fortunatamente oggi le case produttrici di hardware / software, mettono a disposizione degli utenti molti strumenti, che consentono di praticare overclocking con facilità anche alle persone più inesperte. Un minimo di conoscenze sono caldamente consigliate: se con un semplice click riusciamo ad aumentare del 20% le performance di una scheda video, è altrettanto semplice danneggiare gravemente il nostro carissimo (nel senso affettivo ed economico) hardware. La mia esperienza in campo dell'overclock è abbastanza limitata, ma possiedo quelle conoscenze fondamentali, che consentono di divertirmi, senza creare danni. Il caso pratico che leggerai nelle righe seguenti riguarda l'overclock di una delle GPU più potenti presenti sul mercato: nVidia GK110.


ShizzlePP versione 0.3: le novitÓ

I passi dello sviluppo di ShizzlePP (il CMS creato da me alla base di questo blog) si sono fatti anche troppo piccoli. Finalmente oggi sono riuscito a rimettere mano al codice e a completare alcune cose lasciate indietro. La più importante è l'integrazione del plugin di bituz; il funzionamento è semplice ed efficace: ogni volta che viene pubblicato un articolo, questo viene automaticamente accorciato e salvato nel profilo dell'utente collegato. Questo è possibile grazie alle private key che, a breve, ogni utente di bituz potrà richiedere. Questa chiave, privata appunto, serve alle API di bituz per capire da quale utente arriva la richiesta e agire di conseguenza. La chiave privata potrà essere inserita anche all'interno delle estensioni di bituz per il browser: in questo modo, anche quando non sarete loggati, gli indirizzi che accorcerete, finiranno comunque nel vostro profilo! Non certo una novità, anche se a me è servita per imparare qualcosa di nuovo.


Gaming PC build 2013: ASUS Rampage IV Extreme

Anche se il mercato ormai è saturo di tablet, portatili, ultraportatili, tanti appassionati come me (e come te che leggi questo articolo) non rinunciano ad un bel PC fisso vecchia scuola e rigorosamente assemblato. Le aziende produttrici di hardware, al momento, sembrano assecondare bene questa fetta di mercato, molto esigente ma molto ristretta; in futuro chissà, le possibilità di personalizzare il nostro PC saranno ridotte, ma intanto godiamo di quanto il mercato ha da proporci. Soprattutto se si tratta del meglio del meglio, come la scheda madre che ho scelto per il mio nuovo PC 2013: ASUS Rampage IV Extreme. E' l'attuale modello di punta di ASUS, monta il socket LGA2011 Intel ed il chipset X79 sempre made in Santa Clara. Ci sono 8 slot per le memorie RAM DIMM per un massimo di 64 GB a 2400MHz. Anche per quanto riguarda gli slot di espansione i dati sono di prim'ordine: 5 slot PCIe 3.0 16x e uno 2.0 single slot. Questi slot supportano fino a 4 schede video in nVidia SLI e ATI CrossFireX, ma è il PCIe 3.0 16x la vera forza: consente infatti di montare schede video in parallelo senza il rischio di colli di bottiglia, garantendo così ottime performance in SLI e CrossFireX.


Bici da pista Chesini: il mio allestimento parte #1

Dopo aver ultimato il mio primo esperimento di "bici custom", mi sono buttato in un nuovo progetto, decisamente più serio. All'inizio ero molto confuso; basta guardare su internet e si vedono migliaia di modelli di bici, montate in infinite combinazioni che aiutano solo ad aumentare la confusione. Bici più o meno costose, tecnologiche, retrò, "hipster", gangsta ecc ecc... Solo dopo averne viste di tutti i colori, ho preso coscienza che ne volevo una: retrò (o NOS, New Old Style), con il telaio e geometrie da pista, piega da pista e con lo scatto fisso. Andata! pronti via e si comincia. Poi mi fermo e dico..."di che colore la voglio?" e poi il dramma. Fortuna vuole che da Chesini fosse esposto un telaio C R O M A T O. "Ecco come lo voglio, cromato!" Preso e portato a casa. Telaio bellissimo, cromatura spettacolare, geometrie tirate e dettagli NOS come piace a me. La foto di questo articolo, non è la mia bici finita, è quella che avevano allestito in negozio. In foto c'è solo il mio telaio; non è che il mio telaio è uguale a quello in foto, NO! è proprio il mio! Gentilmente i ragazzi di Chesini bici, l'hanno smontato, mi hanno cambiato la forca e mi hanno dato il telaio nudo;


Crysis 3 funziona SOLO con GPU che supportano la DX11

Proprio così. Non è un requisito consigliato avere una GPU che supporta la DX11 ma è un requisito minimo!. La mia reazione dopo che il mio pc dotato di Intel Core i7, 12 GB di ram a 1600MHz, SLI di GTX275 mi avvisava che non potevo giocare a Crysis 3 perchè non ho una scheda video con supporto alla DX11? Questa. Colpa mia che non mi sono informato abbastanza su cosa stavo acquistando ma, la scelta di limitare il supporto ad una sola DX, penso che sia la prima volta che accada. Crysis è nata come franchigia per i gamer dotati di hardware decisamente spinto e questa soluzione (di garantire supporto solo alla recente e più performante DX11) può sembrare coerente con il prodotto di Crytek, finchè non si scopre il modello di scheda video minimo richiesto: GTS450 o HD5770.


1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12